HOME PAGE

SEGUICI SU...

 

SOSTIENI e 5 PER MILLE [CLICCA QUI] TESSERAMENTO 2016 [CLICCA QUI]

NOVITA' MiC


::.05/02/16 VITTORIO VENETO (TV)
CHERNOBYL 30 ANNI DOPO

Incontro con Elena Dundovich, dell'Università di Pisa e Massimo Bonfatti, presidente di Mondo in Cammino, organizzato da Mondo in Cammino Veneto. A 30 dal disastro nucleare più grave della storia dell'umanità [SEGUE]

::.NOVITA' 2016
I NUOVI VINI "SOLIDALI"

Le nuove proposte di MIC
Con un impegno enologico di qualità superiore al passato
Per sostenere e brindare ad un futuro migliore: per una generazione senza mine e senza guerre e per le mense di poveri [INFO E PRENOTAZIONI]



::.MAGGIO 2016: A 30 ANNI DAL DISASTRO
VIAGGIO NELLE TERRE CONTAMINATE DI CHERNOBYL

Mondo in cammino organizza per maggio 2016 un viaggio nella zona di esclusione e nelle terre contaminate di Chernobyl.
Si tratta di un incontro ravvicinato e consapevole con la realtà di Chernobyl. Si vedranno da vicino i posti dove ha avuto inizio la tragedia (il villaggio di Chernobyl, il reattore e la città abbandonata di Pripyat), le zone e i villaggi abitati circostanti la zona di esclusione e in cui la contaminazione continua a mietere vittime a 30 anni di distanza (Radinka ed altri). Un viaggio per incontrare anche la gente e i testimoni diretti di questa tragedia infinita (i medici dell’ospedale di Ivankov e, fra tutti, il prof. Bandazhevsky). [ISCRIVITI!]


::.IL TRENTENNALE DEL DISASTRO: INCONTRA YURI BANDAZHEVSKY
IL CITTADINO DI CHERNOBYL

Per una decina di giorni, a partire dal 14 marzo 2016, il professore YURI BANDAZHEVSKY - nella ricorrenza del trentennale di Chernobyl - ha dato la propria disponibilità a incontri pubblici in Italia allo scopo di testimoniare la reale situazione nelle zone contaminate dal fallout dell’incidente nucleare e per illustrare le proprie ricerche sulle conseguenze che stanno ancora colpendo le popolazioni residenti e, soprattutto, la seconda generazione dei bambini di Chernobyl
[CLICCA QUI - ORGANIZZA IL TUO EVENTO]


::.30/12/15 MONDO IN CAMMINO
RIDARE SPERANZA AI BAMBINI DI CHERNOBYL E BESLAN

L'articolo de Il Corriere della Sera
Un cammino che nasce da lontano. Dall’esperienza di accoglienza dei bambini provenienti dalle zone colpite dalle radiazioni nucleari provocate dall’incidente di Chernobyl. E’ il 26 aprile 1986. Una data che segna il destino di migliaia di persone. E di luoghi. Paesi come Bielorussia, Russia e Ucraina ancora oggi pagano le conseguenze dell’esplosione del reattore numero 4 della centrale nucleare. Soprattutto i più piccoli [LEGGI]


::.21/12/15 PROGETTO RADINKA
I PRIMI RISULTATI CONCRETI!

Il 18 dicembre 2015 il professore Yuri Bandazhevsky si é recato nella scuola del villaggio di Radinka nell'ambito dell'aiuto medico per la popolazione ed il 20 dicembre ha scritto una mail al presidente di Mondo in cammino [SEGUE]

::.CHERNOBYL
PARADISO ANIMALE O INFERNO DEI BIMBI?

Chernobyl viene dipinta sempre più spesso come un paradiso della natura e degli animali. Ma la verità è un'altra: la natura è avvelenata e anche le persone esposte alla radioattività... [SEGUE]



::.SOSTIENICI!
S O S RADINKA

Bisogna intervenire in fretta per la scuola di Radinka prima che inizino i mesi più freddi (dicembre e gennaio), prima che si gelino le tubature, prima che i bambini si ammalino perché frequentano aule fredde o, al massimo, riscaldate alle bell’e meglio e con sistemi di fortuna. Il villaggio di Radinka si trova nella provincia di Polesje, in Ucraina, ai confini con la zona di esclusione di Chernobyl [CLICCA QUI]


::.SETTEMBRE 2015
RICHIEDI IL LIBRO: BESLAN, NESSUN INDAGATO

Un inedito assoluto a livello internazionale, una testimonianza diretta di Ella Kesaeva, presidente dell’associazione dei parenti delle vittime “La voce di Beslan” che, su espressa richiesta del Presidente di MiC, l’autrice ha consegnata all’associazione affinchè la rendesse pubblica, oltre quei confini in cui la verità sui giorni del sequestro dell’ex scuola N.1 [SEGUE]


::.AGOSTO 2015: NUCLEARE E DIRITTI UMANI VIOLATI
FIRMA E SOSTIENI L'AZIONE DI NADEZHDA KUTEPOVA

Nadezhda Kutepova, presidente dell’associazione russa  “Planeta Nadezhd” (“Il pianeta delle speranze”), accusata di avere rivelato “segreti industriali” per via delle sue denunce sull’attività di inquinamento radioattivo del complesso russo di Mayak nella provincia di Chelyabinsk (Urali) e perseguitata dalle autorità per il suo impegno a sostegno alle vittime dei vari fallout correlati [FIRMA]


::.MONDO IN CAMMINO PRODUCTION
BEHIND THE URALS

Il primo film prodotto da Mondo in Cammino: la storia del più grave incidente nucleare dell'era moderna, 20 volte peggiore di Chernobyl e tenuto nascosto ai tempi dell'Unione Sovietica. Un monito per il futuro di Fukushima.
Disponibile per proiezioni pubbliche! [SEGUE-TUTTE LE INFO]


:. PROGETTI
UN LIBRO PER I BAMBINI DELLA CECENIA

La carenza di libri non soltanto ha un evidente influsso sullo sviluppo complessivo del bambino, ma è anche un grave ostacolo all'acquisizione di un'istruzione media, dato che dalla prima classe l'insegnamento si tiene in russo, lingua che molti bambini non comprendono. L'Unicef ha organizzato in alcune scuole dei corsi di avviamento al russo per i bambini in età prescolare, ma non è possibile organizzare questi corsi in tutti i villaggi. [SEGUE]


::.ANNA POLITKOVSKAYA - INTROVABILE NELLE LIBRERIE
CECENIA: LA GUERRA DEGLI ALTRI

Ovvero VIVERE AL DI LA' DELLA SBARRA
“Cecenia: la guerra degli altri” è una raccolta di reportages e riflessioni di Anna Politkovskaja sul secondo conflitto russo-ceceno scritti nel 2001 e nei primi otto mesi del 2002. Questo materiale fu donato dalla Politkovskaja stessa all’associazione “Memorial” di Mosca per sostenerne la campagna a favore dei profughi di guerra. Era l’anno 2002 e il libro fu stampato il 24 ottobre in solo 1.000 esemplari in lingua russa. Di un esemplare ne venne in possesso nel 2008, Massimo Bonfatti presidente di”Mondo in cammino”, durante una missione in Cecenia. L’amicizia, poi, di questi con Vera, la figlia di Anna, ha fatto in modo di ottenerne, a fine no profit, i diritti d’autore. Il ricavato della vendita del libro sarà devoluto al nostro progetto "Un libro per i bambini ceceni"
[ACQUISTA IL LIBRO]
 


ON-WEB


PROGETTO HUMUS

Uno dei più grandi interventi di cooperazione internazionale a favore delle vittime di Chernobyl e del nucleare. Humus è un progetto sulla gestione del rischio nel campo alimentare e della radioprotezione per permettere la migliore qualità di vita possibile alle popolazioni che vivono in territorio contaminato.
www.progettohumus.it (Chernobyl and nuclear portal) che è diventato il maggiore portale italiano sulle tematiche di Chernobyl e del nucleare. [GUARDA]

PROGETTO KAVKAS

Intervento di cooperazione internazionale per l’attuazione di percorsi atti a favorire prospettive di convivenza pacifica fra le varie etnie del nord Caucaso: dall’accoglienza interetnica, a microprogetti scolastici fra i profughi, alla costruzione di “case del confronto”. Dal dramma di Beslan un’occasione per riflettere su una delle più martoriate regioni del nostro pianeta. [GUARDA]

LAST UPDATES-NEWS


05/02/16
VITTORIO VENETO(TV): CHERNOBYL 30 ANNI DOPO


22/01/16
A FUKUSHIMA CONTAMINATE LE RISAIE


05/01/16
FUKUSHIMA: ANCORA 100.000 GLI SFOLLATI


30/12/15
MONDO IN CAMMINO: RIDARE SPERANZA AI BIMBI DI CHERNOBYL E BESLAN

CHERNOBYL 30 ANNI DOPO:
INCONTRA IL CITTADINO DI CHERNOBYL

S.O.S.
TERREMOTO IN EMILIA
CHERNOBYL PORTAL

PROGETTO KAVKAS
CONTATTI-NEWSLETTER