Mondo In Cammino ODV

In seguito all’Assemblea dei Soci che si è tenuta lo scorso sabato 13 marzo 2021, vorremmo rendere pubblico il riassunto riepilogativo di ciò che è stato discusso e deciso.

Ricordiamo anche che ad aprile si terrà una seconda Assemblea, che avrà come primo punto dell’OdG la votazione da parte dei soci del Bilancio 2020. Comunicheremo per tempo le modalità e le credenziali a tutti i soci.

Vorremmo inoltre approfittare di questa comunicazione per invitare – chi non avesse ancora avuto la possibilità – al tesseramento per il 2021, ricordando a questo link tutte le modalità per farlo:

https://www.mondoincammino.org/tesseramento/

RIEPILOGO DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI DEL 13 MARZO 2021

In data 13.03.2021 alle ore 15.00 si è riunita formalmente e con canale virtuale (Google Meet) l’assemblea soci per l’esercizio d’anno 2020-2021. Hanno partecipato 41 soci.

L’assemblea è stata moderata da MARTINI Sara e FIORENTINI Viola.

Dividendo in punti la discussione dell’ordine del giorno, riassumiamo così:

  1. Discussione inerente all’ingresso di KHARKEVICH Alina all’interno del direttivo, nonché la proposta di eleggerla come Presidente di Mondo in Cammino. A seguito di un primo intervento introduttivo eseguito dalla vicepresidente MARTINI Sara, si presenta al consesso, e in maniera ufficiale accettando la candidatura, KHARKEVICH Alina. La sua presentazione si basa sul racconto del suo percorso di vita e di esperienze in MIC sin dalla sua fondazione, con le attività da Lei svolte insieme all’ex presidente BONFATTI Massimo. Interviene nuovamente la vicepresidente per indire la votazione, con modalità palese e per acclamazione. Tutti i partecipanti votano favorevolmente all’unanimità.
  1. Ingresso in direttivo di FIORENTINI Viola e PIRRONE Patrizio. La vicepresidente, MARTINI Sara, introduce le motivazioni che si celano alla base di questa scelta e lascia spazio ai due soci summenzionati per presentarsi all’assemblea. I soci raccontano il loro percorso in Mondo in Cammino nonché il loro impegno, riconosciuto anche dall’attuale direttivo. Il consesso vota con metodo palese e per acclamazione, metodo previsto dallo statuto, e si esprime all’unanimità favorevolmente.
  1. Attività progettuali, aggiornamenti e sviluppi:
  • KHARKEVICH Alina presenta l’attività dei progetti in corso nell’esercizio sociale 2019-2021. Vi sono state difficoltà logistiche e burocratiche legate sia alla situazione pandemica, sia all’amministrazione ucraina. La neopresidente rammenta che per il naturale proseguimento delle attività progettuali e del loro raggiungimento degli obiettivi programmati risulti necessario aprire una filiale di MIC a Radinka, così da agevolare gli adempimenti burocratici ed erogare più efficacemente i flussi necessari al mantenimento degli storici progetti di MIC, in primo luogo quello relativo al garantire il cibo pulito ai bambini che frequentano le scuole della regione – i fondi relativi erano sempre stati portati di persona, cosa attualmente (e nell’immediato futuro) impossibile da realizzare.
  • Interviene poi PIRRONE Patrizio per implementare quanto raccontato da KHARKEVICH Alina, ponendo l’attenzione sul progetto della “casa della cultura”, sempre legato alla scuola e al villaggio di Radinka. Qui si informano i soci che lo studio di architettura “Obicua” di Roma, nel 2020, contattò BONFATTI Massimo affinché potesse dare il suo contributo alla progettazione e al sostegno burocratico-amministrativo nell’istruttoria concernente la “Casa della Cultura”. Il progetto verte sulla possibilità di offrire uno spazio ricreativo, artistico e comunitario alla comunità di Radinka, senza tralasciare – anzi, rafforzando – il progetto storico Humus. Spencer & Lewis, azienda di PR associata allo studio di architettura Obicua, si occuperà della campagna di raccolta fondi (che verranno erogati sul conto relativo alla summenzionata filiale Ucraina di MIC; unitamente, lo studio tecnico seguirà l’istruttoria architettonico-edilizia del progetto in questione. L’edificio sarà dedicato a BONFATTI Massimo come riconoscimento del suo amore per la causa e per MIC.
  • MORELLO Marco, in seguito all’aggiornamento sui progetti sopracitati, interviene per presentare e descrivere il progetto relativo alla possibilità di sviluppare agenti in grado di abbattere i radionuclidi presenti nel cibo. L’idea nacque proprio da MORELLO Marco e BONFATTI Massimo nonché dalla collaborazione con l’azienda agricola Paneco di Borgo San Dalmazzo. Attualmente si sta concentrando sullo sviluppo di un marchio e disciplinare di qualità che possa attestare la qualità nuke-free del cibo e delle aziende che decideranno di aderirvi. MORELLO Marco ci tiene a precisare che questo sia il progetto pilota del gruppo locale di MIC di Moncalieri.
  1. Varie ed eventuali, qui di seguito sintetizzate:
  • Interviene BONANNO Biagio per chiedere come si pensa di sviluppare la capillarità dell’associazione sul territorio italiano, e sul come riprendere quella fase di conoscenza che si era sospesa in periodo pre-COVID. Intervengono MORELLO Marco, FIORENTINI Viola e PIRRONE Patrizio sviluppando la risposta e il relativo concetto affinché si introducano anche i temi del nuke-free e della promozione dell’associazione al di fuori della semplice attività associativa, anche grazie alla fondazione di gruppi organizzati – cosa che BONFATTI Massimo si spendeva molto per incoraggiare. A questo link è consultabile il pensiero di Massimo stesso in merito, e il modulo da compilare per fondare il proprio gruppo: https://www.mondoincammino.org/fondare-un-gruppo/
  • Interviene, in seguito ODORICO Adele per chiedere aggiornamenti sulla CNAPI [Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee] sviluppata e redatta dalla Sogin. Interviene dapprima PIRRONE Patrizio spiegando il progetto di ricerca di BONFATTI Massimo sui radionuclidi in Italia e in seguito TURELLO Fabrizio aggiornando i soci sul tema e sullo stato dei fatti rispetto a questo processo autorizzativo e di individuazione del sito più idoneo.
  • CRISMANI Patrizia interviene chiedendo aggiornamenti sul doposcuola di Dubovy Log. Interviene PIRRONE Patrizio per aggiornare sul progetto e invitare, dato lo stato dei luoghi e l’andamento dei rapporti con la comunità locale, di abbandonare il progetto. Dubovy Log è da qualche anno oggetto di assorbimento dei propri terreni da parte del kolchoz locale, per cui i pochi residenti rimasti stanno progressivamente lasciando le proprie case in favore di sistemazioni più vicine all’adiacente villaggio di Dobrush, dove i bambini vanno a scuola. Negli scorsi anni lo stesso BONFATTI Massimo era stato testimone, insieme a PIRRONE Patrizio, dello stato di totale abbandono, vandalismo e distruzione della Casa della Cultura del villaggio. Questi due dati rendono Dubovy Log ormai un villaggio quasi del tutto abbandonato, ad eccezione di pochi (meno di 5) anziani che non vogliono lasciare le proprie case, preferendo restare nel loro villaggio.

L’assemblea si è conclusa alle ore 16:45, con un sentito ringraziamento ai presenti da parte di KHARKEVICH Alina e di tutto il direttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.